Abito da sposo: con o senza cravatta?

Pubblicato il : 03 Giugno 20203 tempo di lettura minimo

Hai deciso di sposare la tua fidanzata, complimenti! Un matrimonio non si prepara con leggerezza, ma per alcune persone ci vogliono mesi di preparazione o addirittura anni. Dovete trovare una bella sala di ricevimento, una chiesa, un servizio di catering per preparare i vostri menu… Quando questi grandi enigmi saranno risolti, la fatidica questione è ora quella dei costumi degli sposi. Di solito, quando parliamo del costume della sposa e dello sposo, pensiamo solo alla futura sposa con il suo bel vestito da principessa bianca; non diamo alcuna importanza agli uomini. Ma anche il costume dello sposo è un vero e proprio rompicapo: se vuole indossare un abito a due pezzi o un abito a tre pezzi con il gilet, che tipo di abito vuole indossare, se vuole indossare la cravatta o no? Tutte queste domande si pongono per ottenere un abito chic ed elegante.

Come scegliere il vestito giusto?

Se avete la possibilità di fare una buona impressione, è ovviamente il giorno del vostro matrimonio. Indossare bene un abito è una questione di taglia, se il tuo abito è troppo largo, i tuoi ospiti penseranno che abbia preso in prestito l’abito del tuo amico, se invece è troppo stretto, i tuoi ospiti penseranno che il tuo sarto non ha fatto bene il suo lavoro o che non hai badato al tuo peso. Preferite abiti che si adattino perfettamente alle spalle, con sufficiente facilità per chiudere il bottone e una lunghezza delle maniche sufficiente a far uscire la camicia di un pollice. Per quanto riguarda i pantaloni, l’orlo dovrebbe accarezzare la parte superiore della scarpa. Un bel vestito varia anche a seconda del colore. Colori banali che attraversano le stagioni, come il bianco e il beige, e optano per la sobrietà, come il nero o il grigio scuro. Per chi non lo sapesse, il blu navy è anche un colore che porta più modernità.

L’accessorio dello sposo

Una volta scelto l’abito, è il momento di passare all’accessorio, che è la cravatta. La cravatta è un tessuto che si arrotola intorno al collo e sopra la camicia. In generale, agli uomini non piace indossare la cravatta perché si sentono soffocati, fanno finta di non respirare bene. Tuttavia, una cravatta rende un abito più formale.

Alternative al pareggio

Normalmente, la cravatta dovrebbe sempre andare con la giacca, perché sono legati. Tuttavia, i tempi stanno cambiando e si evolvono ad un ritmo rapido. Le cerimonie nuziali sono oggi celebrate non solo nelle chiese, ma anche in spiaggia o all’aperto. In questo caso, si può saltare la fase di cravatta, in quanto si tratta di luoghi casuali. Se invece non riuscite a liberarvi di questo accessorio, ma non vi piace, optate per un fiocco semplice o vintage.

Cappotto lungo o parka da uomo: cosa scegliere per l’inverno?
Quali scarpe indossare in ufficio?

Plan du site